Claude Valois

Scultore
Città: Théoule-sur-Mer

Claude Valois portrait médaillon 2

Cliccare sulle immagini per fare scorrere la galleria fotografica.

CLAUDE VALOIS - La creatività "con quattro pezzi di latta"

È un modo un po' bizzarro di sintetizzare il talento di Claude Valois. César e Tinguely, i suoi "eroi", affascinano questo artista precedentemente legato al mondo dello spettacolo. Dopo gli studi tecnici, Claude Valois lavora per quasi 40 anni nell'industria dell'intrattenimento. I casi della vita lo spingono a ritirarsi in pensione nel sud della Francia e successivamente a stringere un forte legame con la sorella, un'ex espatriata in Brasile. Si organizza una mostra a Saint-Tropez, perché no? Claude Valois e la sorella si affidano alla pura creatività. Il successo è immediato, l'"uovo" realizzato con materiali di recupero viene acquistato da un turista tedesco. Questo piccolo successo permette a Claude di godersi la vita ma ben presto arrivano nuovi clienti e gli si chiede di esporre altri lavori. Da Saint Raphael a Cannes, da Monaco a Osaka, l'artista si fa conoscere nel mondo.
Proprio durante una mostra avviene un incontro importante, quello con "Madame Delrieux", da cui nasce un legame umano. A poco a poco, il rapporto di amicizia si consolida e Claude Valois decide di firmare un'opera d'arte per NAMAKA. Fare qualcosa di bello, temere la reazione del pubblico e sentirsi fragili al suo cospetto ma godersi comunque lo spettacolo. E infine la cosa più importante, "allietare la vista".

Claude Valois e NAMAKA: tra forza e dolcezza

"Per l'esterno, ma anche per i salotti dove si chiacchiera". Le opere di Claude Valois sono piene di sorprese. Il Bello, con materiali riciclati; il Nuovo, con pezzi ricchi di storia.  Equilibrate e raffinate, le prime creazioni dell'artista per NAMAKA trovano posto sia all'interno che all'esterno. Sono concepite come un vero e proprio ponte tra la dimensione terrena e quella spirituale di ciascuno.